www.faronotizie.it - Anno XVI - n. 181 - Maggio

Sentiero

Scritto da Patrizia Tufano il 1 luglio 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

 

 

 

 

Stretto, sassoso, scosceso

S’inerpica. sale, discende,

ritorna su capriccioso

volubile giocando

tra alberi annosi

nascondendosi dietro ai cespugli,

chiazzato di luce filtrata dall’alto

dai contorti rami abbracciati,

conquista la cima.

E tu, uomo, perché non lo segui?

perché capriccioso t’impunti?

Seguilo: è l’immagine tua

nella quale il riflesso tu vedi

di quanto sei nella vita:

vai, ritorni, discendi, risali

con nell’animo la bramosia

della vetta.

 

                                                                                    [Stampa in PDF]