www.faronotizie.it - Anno XIV - n. 162 - Ottobre

Terre Alfieri, dimora del vino e dei salumi biologici

Scritto da Alfredo Zavanone il 1 giugno 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

Terre Alfieri è un’autentica istituzione nel Monferrato per quello che riguarda la produzione del vino e di salumi biologici grazie a Giuseppe Guido della Pescaja, un nome una garanzia nel territorio di Asti e Cuneo grazie ai due prodotti di punta: il bianco Arneis ed il rosso Nebbiolo.

La sede dell’azienda è a Cisterna d’Asti, in direzione di Nizza Monferrato e con un incantevole panorama alle spalle, ed il suo nome deriva dalla famiglia del famoso scrittore astigiano Vittorio e dell’architetto Benedetto, progettista di alcuni castelli della zona, fra cui quello di San Martino, una splendida reggia che riporta l’albero genealogico nel salone delle feste, e fra i nomi presenti figura una ragazza chiamata Barbera.

La tenuta segue i principi dell’autosostenibilità delle aziende agricole e l’innovazione e la Ricerca, il che significa che si regge su più produzioni,integrandole il più possibile, utilizzando e reinventando gli scarti e curando anche l’integrazione tra gli addetti: sono 5 famiglie che curano insieme un orto di 1500 m2 ed utilizzano la legna del bosco per risparmiare sul gas da riscaldamento.

Oltre ai vini il fiore all’occhiello è il tartufo nero, coltivato con ben 500 piante, e i salumi biologici, sempre seguendo l’eticità del processo agricolo:non è pensabile che per produrre cibo si distrugga l’ambiente. Guido, per estendere l’utilizzo del marchio Terre Alfieri oltre il vino, ha riunito i macellai più esperti e responsabili del territorio ed ha inventato una tecnica originale di riconoscibilità del salume di qualità: l’inserimento di un cordino rosso nelle reti che avvolgono i salumi, coinvolgendo nel progetto un’impresa di Cisterna. L’obiettivo finale di Guido è un farmer market da realizzare la domenica mattina su una piazza di questo territorio dove poter vendere vino, ortaggi, conserve di verdure, salumi convenzionati con una macelleria per le carni bovine, tutti alfieri di un progetto territoriale.