www.faronotizie.it - Anno XVI - n. 181 - Maggio

Angela Celentano, il mistero della sua scomparsa forse ad una svolta

Scritto da Giuseppe Centonze il 1 novembre 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

Angela Celentano scompare 16 anni fa sul Monte Faito (Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli) mentre era in compagnia dei suoi genitori. All’epoca aveva 3 anni. Da allora un mistero fitto avvolge la vicenda. I genitori di Angela non si sono mai dati per vinti e hanno cercato di scoprire la verità sulla scomparsa della figlia.

Durante la trasmissione “I Fatti Vostri”, su Rai 2, è emerso nei giorni scorsi dal racconto di Maria e Catello Celentano che una ragazza si è riconosciuta nelle foto e nella storia di Angela. Dice di chiamarsi Celeste e scrive dal Messico.

Ecco il contenuto della mail di Celeste: “Ho visto le foto molte volte e mi fanno sempre piangere, piangere, piangere perché so che quella della foto sono io e non vi posso dire il mio vero nome. Ma sono in Messico e sono felice dove sto. Non preoccupatevi per me e non potrei tornare con voi perché non potrei separarmi da questa famiglia con la quale sto da 12 anni e quasi non ho più ricordi di voi fino a che ho visto le foto. Ma credetemi, amo anche voi. Sono felice, non mi cercate più”. Nella mail ha aggiunto di essere “figlia adottiva di mia madre, Cristiana una donna sensibilissima”. “Lei – ha sottolineato ancora Celeste nella lettera – mi racconta la storia di quando aveva preso una donna per aiutarla nei lavori domestici, questa portava con sé una bimba di 4-5 anni e ogni sera tornava a casa con lei ma una sera mia madre tornò dal lavoro e non trovò questa signora che, però, aveva lasciato me. Quando mia madre si rese conto che la donna che aveva un nome falso non sarebbe più tornata, non andò dalle autorità, i bimbi abbandonati li portano in un asilo governativo dove non sono trattati bene e decise di tenermi con sé. Mi ha sempre trattato come una figlia ma, ad oggi, non sappiamo chi io sia veramente. Per il momento mi chiamo Celeste”.

La prima mail di Celeste è arrivata due anni fa, ha raccontato Maria, la mamma di Angela Celentano, esattamente il 25 maggio 2010. Da quel giorno, è iniziata una corrispondenza con l’altra figlia, Rossana. Ai Celentano ha anche inviato una foto recente che, a detta dei genitori di Angela, raffronta con quella di Angela “ha diversi punti di contatto”.

Secondo quanto accertato dalla procura messicana i messaggi sono partiti dal Messico e da un pc, trovato in una casa diversa da quella indicata da Celeste. Una casa dove ci sono due genitori, il padre è pubblico ministero della procura di questa città, la madre è dipendente del ministero di giustizia. Hanno due figli, un maschio e una femmina e la ragazzina ha 3-4 anni in meno di Angela sono stati compiuti l’esame del dna sui due ragazzi e sui genitori ma l’esito è stato negativo. Sul pc risulta che siano stati cancellati dei dati e la famiglia ha negato che qualcuno avesse scritto da quel computer ma la procura messicana ha messo sotto in chiesta la famiglia per false dichiarazioni.

Il problema è che questa ragazza, non solo adesso è scomparsa ed è irrintracciabile, ma si è anche scoperto che utilizzava tre profili facebook diversi, vari indirizzi email e ha dichiarato due residenze false. Chi è Celeste Ruiz, se è questo il vero nome e soprattutto è davvero Angela? Secondo l’Interpol questa ragazza usava questi profili di facebook: uno a nome di Celeste Ruiz, gli altri due col nome di Norma Hikla e a Claudia Torres. L’ultimo nome, quello di Norma Hikla si riconduce alla famosa villa di Acapulco da cui provenivano le email inviate dalla presunta Angela; li vive Cristino Ruiz con la moglie Norma Hilda Valle Fierro, ma di Celeste nessuna traccia. Il secondo nome è invece quello di cui non si trova riscontro. Chi è Claudia Torres? Forse un altro pseudonimo usato dalla fantomatica Angela per comunicare con i Celentano? O forse una studentessa che aiutò “Celeste” a mettersi in contatto con la sua vera famiglia?

In attesa di capire se Celeste è davvero Angela Celentano non ci resta che sperare che Angela sia almeno viva.

                                                                                            STAMPA in PDF