www.faronotizie.it - Anno XVI - n. 181 - Maggio

Ogni anno in Italia ci sono 9.000 dichiarazioni di persone scomparse

Scritto da Giuseppe Centonze il 1 giugno 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

Il Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse in Italia presso il Ministero dell’Interno, nella sua relazione del 2012 evidenzia che in Italia ogni giorno ci sono in media 25 denunce relative a persone scomparse, circa 700 ogni mese e 9.000 ogni anno.

Dal 1° gennaio 1974 al 31 dicembre 2011 si è accertato che le persone scomparse in Italia sono state 110.107, di cui 85.195 sono state ritrovate e 24.912 sono ancora da rintracciare, di cui 15.632 (63,00%) cittadini stranieri e 9.280 (37,00%) cittadini italiani.

Quelli maggiorenni sono 14.593 (58,00%), di cui 7.593 (52,00%) italiani e 7.000 (48,00%) stranieri.

I minori sono, invece, 10.319 (42,00%), di cui 8.632 (84,00%) stranieri e 1.687 (16,00%) italiani. Relativamente alla scomparsa di minori va rilevato che in un caso su cinque c’è la cattiva abitudine da parte dei genitori di non comunicare l’avvenuto ritrovamento, per cui i dati sono indicativi.

Riguardo alle motivazioni della scomparsa, i casi con motivazione non determinata sono 17.539 (70,40%); i casi d’allontanamento da istituto o comunità d’accoglienza sono 3.651 (14,60%); i casi d’allontanamento volontario sono 2.812 (11,30%); i casi di possibili disturbi psicologici sono 536 (2,10%); i casi di sottrazione da parte di coniuge o altro congiunto 284 (1,20%); i casi di possibile vittima di reato sono 90 (0,40%).

Per quanto concerne le motivazioni della scomparsa da parte di persone maggiorenni, i casi con motivazione non determinata sono 11.887 (81,00%); i casi d’allontanamento volontario sono 1.802 (12,00%); i casi di possibili disturbi psicologici sono 574 (4,00%); i casi d’allontanamento da istituto o comunità d’accoglienza sono 307 (2,00%); i casi di possibile vittima di reato sono 68 (1,00%).

A proposito delle motivazioni della scomparsa da parte di minori, i casi con motivazione non determinata sono 5.666 (54,90%); i casi d’allontanamento da istituto o comunità d’accoglienza sono 3.344 (32,40%); i casi d’allontanamento volontario sono 1.010 (9,80%); i casi di sottrazione da parte di coniuge o altro congiunto sono 270 (2,60%); i casi di possibile vittima di reato sono 22 (0,20%); i casi di possibili disturbi psicologici sono 7 (0,1%).

Con riferimento ai minori scomparsi e ancora da ricercare per sottrazione da parte di uno dei coniugi o da parte di un familiare è utile dire al proposito che è stata istituita presso il Ministero degli Esteri, la “Task Force per la sottrazione internazionale dei minori”, organismo che vede la partecipazione dei ministeri degli Esteri, dell’Interno, della Giustizia e delle Pari Opportunità.

Dal 2009 è operativo il sistema informatizzato sulle persone scomparse denominato “RI.SC”, acronimo di “Ricerca Scomparsi”, che consentirà di censire in maniera completa le persone scomparse e i cadaveri ritrovati e non identificati, attraverso un Sistema di Indagine Interforze (S.D.I.).

E’ stato sottoscritto un Protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Interno e il Presidente dell’ente morale “S.O.S. Il Telefono Azzurro”. A questo fine è stato attivato il numero verde “116000” finalizzato a supportare le forze dell’ordine nella gestione dei casi concernenti la scomparsa dei minori.

La Polizia di Stato, Sezione Minori, ha attivato il sito Web  www.bambiniscomparsi.it.

Un sistema di segnalazione e archivio delle persone scomparse è operativo anche sul sito Web della trasmissione televisiva “Chi l’ha visto”.

Tenete conto che i cadaveri che al 31 dicembre 2011 non sono stati ancora identificati sono 832.

A queste misure, si sono aggiunte le modifiche apportate al codice penale dalla legge n. 94/2009. Viene introdotto il reato di sottrazione e trattenimento del minore all’estero, punibile con una pena fino a quattro anni di reclusione, salvo aggravanti, e l’inasprimento delle pene per il sequestro di persona commesso in danno di minore, con la pena dell’ergastolo se il colpevole ne cagiona la morte.

Riguardo ai minori (possibili o accertate) vittime di reato, ne citiamo alcuni, affinché non vengano dimenticati:
Sergio Isidori, di anni 5, scomparso a Macerata il 23.04.1979; Mirella Gregori, di anni 15, scomparsa a Roma il 7.5.1983; Emanuela Orlandi, di anni 15, scomparsa a Roma il 22.6.1983; Cristian Lorandi, di anni 10, scomparso a Brescia il 30.4.1986; Santina Renda, di anni 6, scomparsa a Palermo il 23.3.1990; Pasqualino Porfidia, di anni 8, scomparso a Marcianise (CE) il 7.5.1990; Adriana Benedetta Roccia, di anni 2 e mezzo, scomparsa da Cetraro (CS) il 10.6.1990; Farina Mariano, di anni 12 e Colletta Salvatore, di anni 15, scomparsi a Casteldaccia (PA) il 31.3.1992; Daniele Gravili, di anni 3, rapito, stuprato, violentato e lasciato agonizzante il 12.09.1992 sulla spiaggia di Torre Chianca (LE). Daniele trasportato d’urgenza in ospedale, mori la sera stessa del 12.09.1992 senza mai riprendere conoscenza; Simona Floridia, di anni 17, scomparsa da Caltagirone (CT) il 16.9.1992; Angela Ponte, di anni 14, scomparsa da Francofonte (SR) il 2.1.1993; Domenico Nicitra, di anni 10, scomparso a Roma il 21.6.1993; Elisa Claps, di anni 16, scomparsa da Potenza il 12.9.1993 e ritrovata morta il 17.03.2010 nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza. Per il suo omicidio, Danilo Restivo è stato condannato a trent’anni di reclusione; Laura,  Armandino e Luciana Brigida, rispettivamente di anni 13, 8 e 3, scomparsi il 4.1.1994 a Civitavecchia (RM), uccisi dal padre, Tullio Brigida, e ritrovati il 20.4.1995 a Cerveteri (RM); Bruno Romano, di anni 12, scomparso a Roma il 26.12.1995; Angela Celentano, di anni 3, scomparsa sul Monte Faito (NA) il 10.8.1996; Silvestro Delle Cave, di anni 9, scomparso a Cicciano (NA) l’8.11.1997; Giuseppe Sammiceli, di anni 14, scomparso a Misterbianco (CT) il 26.2.2000; Luigi Sebillo, di anni 15, scomparso a Praia a Mare (CS) il 23.02.2003;  Sarah e Edoardo Jacopo Severoni, di anni 7 e 9, scomparsi a San Casciano de’ Bagni (SI) il 12 agosto 2003, sottratti al padre, di nazionalità italiana, a cui erano stati affidati, dalla madre, di origine somala; Denise Pipitone, di anni 4, scomparsa a Mazara del Vallo (TP) l’1.9.2004; Tommaso Onofri, di anni 1 e mezzo, scomparso a Parma il 2.3.2006 e ritrovato morto a pochi metri dall’argine del fiume Enza nei pressi di Casalbaroncolo (PR)  l’1.04.2006, per l’omicidio del quale sono stati condannati Mario Alessi (l’assassino reo confesso) e due complici; Ciccio e Tore Pappalardi, di anni 14 e 12, scomparsi a Gravina (BA) il 5.6.2006 e ritrovati morti in un pozzo cisterna di Gravina (BA) il 26.02.2008; Lorena Cultraro, di anni 14, scomparsa Niscemi (CL) 30.4.2008; Neve Adele Fiorentino, di anni 5, scomparsa a Brescia l’11.06.2008, sottratta ai servizi sociali dalla madre; Alessandro Ciavarella, di anni 16, scomparso da Monte S. Angelo (FG) l’11.1.2009; Sarah Scazzi, di anni 15, scomparsa a Avetrana (TA) il 26.08.2010 e ritrovata morta in un pozzo cisterna nelle campagne tra Nardò (LE) e Avetrana il 6.10.2010; Yara Gambirasio, di anni 13, scomparsa a Brembate di Sopra (BG) il 26.09.2010 e ritrovata morta il 26 febbraio 2011 nelle campagne di Cignolo d’Isola (BG).

 

                                                                                            [Stampa in PDF]