www.faronotizie.it - Anno XVI - n. 183 - Luglio

Elogio di Paride ad Elena

Scritto da Giorgio Linguaglossa il 1 maggio 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

 

 

 

 

Entravano le foglie degli alberi
nell’azzurro davanzale della finestra

E tu, soprassatura di realtà e di potenza
dimoravi nell’orto del mio ludibrio…

Era il rancore beato della felicit
il bisbiglio del vento tra gli alberi

E tu, sovraccarica di ori e di porpora
il passo nella bellezza delle tre grazie

Entrava il corteo del tuo corpo ignudo
scosso dalle foglie degli alberi

E tu, soprassatura di spazio e di quarzo,
alzavi lo stendardo del mio stupore
tra albatri e baratri

“Se noi vinciamo nel lutto della porpora
getteremo l’onta della sconfitta – dicesti –
ricchi di gloria e nudità…”

 

Da  LA BELLIGERANZA DEL TRAMONTO LietoColle, Faloppio 2006

                                                                                             [Stampa in PDF]