www.faronotizie.it - Anno XVI - n. 181 - Maggio

AGRIUMBRIA: LE RAGIONI DI UNA FORMULA VINCENTE

Scritto da Franca Vitone il 1 marzo 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

dal 30 marzo al 1° aprile a Bastia Umbra

Il logo della 44^ edizione di Agriumbria, che si svolgerà al quartiere fieristico di Bastia Umbra in provincia di Perugia dal 30 marzo al primo aprile, “ Alla ricerca di nuove prospettive”, completa graficamente il trittico dei due precedenti appuntamenti della manifestazione organizzata da Umbriafiere spa “Il settore primario per il mondo intero” e “Con i piedi per terra”.

Il trittico non rappresenta solo una serie di immagini per la presentazione dell’evento fieristico, ma un messaggio rivolto a quanti, direttamente o indirettamente, sono impegnati a “mettere in campo” proposte di politica agro-industriale che abbiano un loro trasferimento operativo nelle differenti realtà territoriali agricole-zootecniche senza penalizzare oltre misura l’imprenditorialità e la professionalità degli operatori economici del settore.

Agriumbria 2012, Mostra nazionale dell’agricoltura, della zootecnia e dell’alimentazione, presenta un articolato programma di momenti convegnistici  i cui temi – fa presente il Presidente di Umbriafiere Lazzaro Bogliari – trovano soluzioni tecniche e logistiche nella diversificata esposizione merceologica di mezzi tecnici di elevata innovazione che consentono di progettare sistemi modulabili di modelli di gestione delle aziende agricole e zootecniche.

La formula fieristica di Agriumbria, precisa Bogliari – rimane quella della “mostra-mercato” radicatisi nel tempo e risponde alle aspettative degli operatori economici sempre più coinvolti alla ricerca di quei modelli di gestione delle aziende agricole e delle filiere agro-alimentari i cui requisiti economici ed operativi permettono di affrontare la competitività della internazionalizzazione dei mercati.

L’ampia e diversificata esposizione merceologica di mezzi ed attrezzature che fanno parte dei cantieri di lavoro necessari per meccanizzare le operazioni delle diverse fasi dei processi di filiera, consente di scegliere le soluzione tecniche ottimali per contenere i costi di produzione sia nella conduzione delle imprese agricole e zootecniche, che nella trasformazione dei prodotti agricoli: attività, quest’ultima, che si sta affermando anche nelle piccole e medie aziende con l’introduzione di linee continue di lavorazione di dimensioni tali da comportare investimenti di capitali accessibili mediante i Piani di sviluppo rurale.

Insomma Agriumbria è un appuntamento da non perdere per avvicinarsi ad un’articolata e selettiva esposizione dell’innovazione tecnologica raggiunta nei vari settori dell’attività agricola, la tutela dell’ambiente e la valorizzazione delle tipicità della produzione agroalimentare.

Un’edizione, quella del 2012, che senz’altro risponde alle aspettative degli operatori economici impegnati nella “ricerca di nuove prospettive”.