www.faronotizie.it - Anno XVI - n. 181 - Maggio

Thanatos

Scritto da Francesco Giuntini il 1 marzo 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

Sono estranea allo spazio e non possiedo
un corpo misurabile, un livello
minimo di energia. Sono e trascorro
tra corpo e corpo, penetro e risolvo

lacci stretti dal tempo. Un arabesco
di catene si allenta al mio passaggio,
interpreto la storia delle cose
come un grido che attende, alta risposta

offro a chi chiama. Sono nello spazio,
il mio cuore all’unisono del fato
cadenza il proprio battito, comprenda

il senso oppure no, segue la traccia
da sempre stabilita, trascorrendo
come tra stella e stella una cometa.

 

Dalla raccolta  IL SENSO DELLA MISURA  Edizioni Polistampa, Firenze 2006