www.faronotizie.it - Anno XVI - n. 181 - Maggio

Le donne in Shakespeare da inesistenti ad immortali

Scritto da Antonella Antonelli il 1 dicembre 2016
facebooktwitterfacebooktwitter

Si chiudono con il mese di dicembre le commemorazioni per i 400 anni dalla morte di William Shakespeare, i suoi personaggi e la sua persona, sono diventati miti e come tali, immortali anch’essi.

Il teatro Elisabettiano

Ai tempi di Shakespeare il teatro in Inghilterra era considerato esclusivamente di pertinenza e appartenenza maschile, mentre in Italia e in Francia c’erano già interpreti femminili, in Inghilterra  i ruoli delle ragazze e delle donne in genere, venivano svolti da giovani apprendisti maschi, per lo più figli d’arte che cercavano di alterare la voce e il fisico attraverso il travestimento tipico del teatro. Giulietta, Ofelia, Dedemona, Porzia e tutte le altre erano uomini… leggi tutto