www.faronotizie.it - Anno XV - n. 173 - Settembre

Liberalismo

Scritto da Franca Scarpellini il 1 agosto 2012
facebooktwitterfacebooktwitter

Un modello economico e sociale basato sul massimo profitto, sullo sfruttamento del più forte sul debole, sulla libertà incontrollata, non può che generare sofferenza e decadenza.

Non si può sperare che un mondo globale, privo di adeguati sistemi di controllo, prima di tutto etici, oltre giuridici e politici, possa trovare la strada per un nuovo sviluppo e prosperità; solo un ordine mondiale divinamente ispirato, basato sulla maturità spirituale, sulla consapevolezza dell’unità come cardine dell’agire umano e dei conseguenti principi di reciprocità e cooperazione, possono essere la risposta ai bisogno di questa società malata.

Mentre ci avviamo sempre più verso il crollo del “vecchio” ordine, il nostro impegno personale e collettivo non può essere altro che nella diffusione dei principi risanatori di Baha’u'llah, sotto la saggia guida delle nostre Istituzioni.

Solo la visione baha’ì può dare speranza alle masse disperate della gente e la fermezza nel patto può assicurarci la protezione necessario perché noi non veniamo travolti dal disastro generalizzato.

Questo sappiamo di poter offrire al mondo e nessun’altro può farlo.

La moneta unica, uno dei baluardi dei principi bahai , si è rivelata un mostro invincibile e sta divorando l’intera economia europea ora e del mondo poi , chi avrebbe mai sospettato che un grande ideale, tradotto nella pratica in maniera superficiale e incosciente, quale l’unione monetaria potesse minare alla base questo nostro sistema, facendoci precipitare in uno sfascio completo e totale??? persino l’utopia positiva di un governo mondiale , nelle mani sbagliate , di uomini marionette , animate ciecamente ed inconsapevolmente asservite al proprio egoismo ed avidità personale, potrebbe trasformarsi nel più grande male dell’umanità , in un mostro , un incubo senza pari , capace di portare alla fame e alla rovina miliardi di vite umane e di renderci schiavi di orrendi poteri e occulti e asfittiche logiche di profitto.

Oggi alla luce della esperienza, i baha’i dovrebbero averne preso coscienza , un processo evolutivo per essere positivo , deve rispettare i tempi e seguire le giuste priorità , affrettare processi di questa enorme portata , solo sulla spinta dell’entusiasmo , ha creato un male molto più grande ,mi chiedo , quanto i baha’i sono coinvolti e responsabili di questa dinamica di evoluzione perversa??

Cosa possiamo fare per cercare aiutare l’umanità a cadere meno rovinosamente e intraprendere coscientemente la strada illuminata del vero bene comune???