www.faronotizie.it - Anno XIV - n. 162 - Ottobre

Spigolature

Scritto da Francesco M.T.Tarantino il 1 settembre 2017
facebooktwitterfacebooktwitter

GENESI 18, 27
“Abraamo riprese e disse: «Ecco, prendo l’ardire di parlare al Signore, benché io non sia che polvere e cenere»”.

 È il grande patriarca Abraamo che parlando col Signore nella sua umiliazione si riconosce polvere e cenere ossia una nullità, esattamente come Giobbe il quale coperto da “un ulcera maligna dalla pianta dei piedi alla sommità del capo…si sedette in mezzo alla cenere” e nella sua integrità disse: «Abbiamo accettato il bene dalla mano di Dio, e rifiuteremmo di accettare il male?» (cfr. Giobbe cap.2, versetti 7-9). Il gesto di sedersi in mezzo alla cenere non è altro che il riconoscersi… leggi tutto