www.faronotizie.it - Anno XIV - n. 162 - Ottobre

Spigolature

Scritto da Francesco M.T.Tarantino il 1 maggio 2016
facebooktwitterfacebooktwitter

Seconda Lettera ai Corinzi 6, 14-16

 14Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo che non è per voi; infatti che rapporto c’è tra la giustizia e l’iniquità? O quale comunione tra la luce e le tenebre? 15E quale accordo tra Cristo e Beliar? O quale relazione c’è tra il fedele e l’infedele? 16E che armonia c’è fra il tempio di Dio e gli idoli? Noi infatti siamo il tempio del Dio vivente, come disse Dio: «Abiterò e camminerò in mezzo a loro, sarò il loro Dio ed essi saranno il mio popolo».

L’autore è San Paolo il quale rivolgendosi ai credenti di Corinto, con questa sua seconda Lettera scritta in seguito a diverse vicissitudini attraversate dalla nascente chiesa cristiana (siamo agli inizi del Cristianesimo), li invita ad essere coerenti con il nuovo credo esortandoli ad operare delle scelte al fine di essere degni di professare la fede nella nuova dottrina che rende graditi a Dio… leggi tutto