www.faronotizie.it - Anno XIV - n. 162 - Ottobre

Quando le Alpi sono 2

Scritto da Giorgio Rinaldi il 1 agosto 2014
facebooktwitterfacebooktwitter

Al principio era solo l’antico villaggio di Venosc: case contadine vecchie di centinaia di anni, il campanile cinquecentesco, la storica “Porta Romana” che ricorda e segnala la via che l’Impero Romano aveva costruito collegando l’Oisans a Vienne (Isère) e Torino.

L’incredibile bellezza delle montagne e la presenza di uno dei rari ghiacciai in Europa dove è possibile sciare sino a quota 3600 anche d’estate, hanno consentito la creazione della oramai più che rinomata stazione turistica di Les 2 Alpes.

Gli appassionati di sport invernali la conoscono bene e gli italiani, in particolare, la frequentano da quarant’anni anche d’estate, per le possibilità che offre durante la bella stagione di praticare lo sci estivo tra i 2900 e i 3600 mt, oltre alle circa 40 opportunità di svago di cui è possibile profittare all’altitudine preferita.

Qui è possibile trovare piste verdi, rosse, freestyle sullo snowpark e freeride.

Chi ama la mountain bike può utilizzare gli impianti di risalita come gli sciatori e poi partire dal ghiacciaio e arrivare alla stazione: una discesa di quasi 10.000 mt di dislivello tra i 3200 e i 900 mt.

Chi ama le passeggiate ha a disposizione ben200 kmdi sentieri che attraversano il Parco Nazionale degli Ecrins.

Alle ordinarie attività sportive, si possono aggiungere quelle cosiddette acquatiche (canyoning, rafting, nuoto in acque correnti, canoa, cano-raft, kayak fluviale, pesca…) o semplicemente “soft”: golf, welness, relax vario.

E, per  bambini e ragazzi, Les 2 Alpes sono un vero giacimento di divertimenti.

A seconda dell’età possono praticare dal rafting sulla Grave al baseball, alle passeggiate a dorso d’asino…

La stazione turistica è a solo 1 ora da Grenoble e a poco più da Briançon.

L’offerta di hotel e ristoranti è davvero ampia e soddisfacente.

Passare qualche giorno al mitico Chalet Mounier (www.chalet-mounier.com) è davvero un’esperienza indimenticabile.

Un “quattro stelle” accogliente e “caldo”, tutto in legno lavorato, con all’interno un ristorante “stellato Michelin”.

Alta gastronomia, con oltre 500 etichette e una cantina con circa 8000 bottiglie.

Qui abbiamo avuto il piacere di trovare un giovane sommelier  di Cava dei Tirreni di rara bravura e competenza.

Del resto, tutto il personale dell’hotel e del ristorante ha dimostrato grande professionalità e cortesia.

La SPA interna, per esempio, può vantare addetti di grande capacità che rimetterebbero in sesto anche un ciclista che ha partecipato al Tour de France !

Altra particolare segnalazione va a due ristoranti verificati: l’Alisier e Le Raisin d’Ours.

Ma, nella stazione si può agevolmente trovare per ogni gusto e per ogni tasca.

Per organizzare veramente una bella vacanza, ci si può tranquillamente rivolgere all’efficientissimo ente per lo sviluppo del turismo francese ATOUT FRANCE (www.rendezvousenfrance.com), che può soddisfare qualsiasi richiesta di informazione per un turismo in tutta la Francia, territori d’oltremare compresi, e prendere contatto con l’ufficio del turismo di Les 2 Alpes (www.les2alpes.com).

Non si resterà delusi: è una certezza.

                                                                                                                                                                                                                                             Guarda fotogallery