www.faronotizie.it - Anno XV - n. 167 - Marzo

facebooktwitterfacebooktwitter

Giorni fa al Teatro “San Giuseppe” di Mormanno, grandi emozioni per i ragazzi della Compagnia del  Cucco che, ancora una volta, hanno divertito ed entusiasmato con la loro performance.

Questa volta spettatori, sono stati gli alunni della scuola media di Laino Borgo e quelli del Liceo scientifico e delle scuola media di Mormanno.

 I giovani attori, con l’aiuto dei registi Flora Delli Quadri, Paola Apollaro e Francesco Cersosimo, hanno portato in scena la commedia brillante, ironica e raffinata “Spirito Allegro”, scritta negli anni Quaranta dall’inglese Noel Coward.

La trama è essenzialmente incentrata sul triangolo amoroso: lui, la moglie e… l’altra, con la differenza che questa volta l’altra è l’ex moglie di lui, morta da sette anni.                                  

La scena si svolge in un elegante salotto, dove si intrecciano le vicende di Carlo Considine (Davide Fasano), scrittore, e della sua seconda moglie, Ruth (Mariella Rotondaro).

Fra i due tutto sembra procedere per il meglio, fino a quando la loro serenità matrimoniale viene scossa da una serata particolare.

 Carlo, per trarre ispirazione per il suo nuovo libro, invita a cena per un esperimento spiritico, Madame Arcati (Mariapia Perrone), una medium che si rivela tanto estrosa ed originale quanto buffa e stravagante.

Alla seduta partecipano, oltre ai due coniugi, il dottore Bradman e sua moglie Violet (Marco Maradei – Sara Galizia), amici di famiglia.

La medium evoca lo spiritello di una dispettosa bambina, Dafne (Angela Vignola)che, a sua volta ne evoca un altro, ovvero quello dispettoso e geloso della prima moglie di Carlo, Elvira (Alessia Fortunato) decisa a rimanere per sempre.

 Le cose però si complicano e comincia così una divertente serie di scherzi e di misteriosi accadimenti in casa.

Ma, un giorno Elvira esagera e finisce con il provocare la morte di Ruth, manomettendo i freni della macchina, facendola così finire fuori strada.

Da quel momento Carlo si troverà  a fare i conti con i due spiriti delle mogli, con le loro ossessioni, pretese e gelosie.                                                 

 Il tutto si risolverà con l’intervento della cameriera di casa Considine(Marilena Cantisani), che si rivelerà essere una medium naturale e, che sarà in grado di rimettere le cose al loro posto.

 Positivi i commenti del giovane pubblico affascinato e contagiato dai colpi di scena.

Un grande applauso va agli attori e ai registi che sono riusciti, ancora una volta, a portare a termine il loro lavoro con tenacia e passione.

Qualcuno ha definito questo spettacolo come una “bomba ad orologeria”, con tempi comici perfetti dove equivoci e battibecchi hanno catturato gli spettatori dall’inizio alla fine.