www.faronotizie.it - Anno XIV - n. 162 - Ottobre

BAYER & MAGIS

Scritto da Giorgio Rinaldi il 1 gennaio 2014
facebooktwitterfacebooktwitter

Bayer ha compiuto 150 anni.

Ben spesi, visti i risultati conseguiti.

Bayer CropScience, che è parte del gruppo Bayer, da anni si è resa protagonista nella valorizzazione delle grandi colture italiane anche attraverso il sostegno alla collana editoriale Coltura & Cultura (15 volumi pubblicati, 600 autori coinvolti).

Oggi Bayer CropScience ha messo in rete l’esperienza editoriale maturata creando il sito www.colturaecultura.it .

Presentato ufficialmente dall’amministratore delegato Karina von Detten nella conferenza stampa del 18 dicembre scorso, il sito ha una grafica molto accattivante e il lettore è invogliato ad approfondire tutto quanto riguarda la produzione agricola e i suoi derivati.

Registrandosi, è possibile scaricare interessanti estratti di tutti i volumi pubblicati.

L’ASA (Associazione Stampa Agroalimentare) ha concesso il patrocinio al nuovo format.

Nel corso della presentazione, l’A.D. si è soffermata sul progetto Magis, evidenziando come il protocollo abbia ricevuto la certificazione dell’ente terzo indipendente DNV Business Assurance, uno dei principali enti di certificazione a livello mondiale, che effettua delle attività di verifica del rispetto dei requisiti in ogni singola azienda.

Ad oggi sono già 14 le aziende certificate con il brand magis.

La Dr.ssa Karina von Detten ha enfatizzato il progetto “Magis Vino” indicandolo come esempio di eccellenza, “il primo modello di produzione sostenibile in viticoltura giunto alla certificazione seguendo un protocollo dove ogni intervento è sapientemente misurato, controllato e tracciato all’insegna di una produzione responsabile e trasparente. Con le aziende che fanno parte di magis continueremo a collaborare per espandere il concetto della sostenibilità dal vigneto alla cantina fino alla commercializzazione. Magis vino è un perfetto esempio di come in Italia si possa fare sistema.”

Per chi vuole saperne di più, oltre che visitare il citato nuovo sito www.colturaecultura.it ,  si possono consultare i siti www.magisvino.it e www.bayercropscience.it