www.faronotizie.it - Anno XV - n. 166 - Febbraio

Archive for the ‘Tradizioni’ Category

LAVORI ARTIGIANALI

Scritto da Luigi Paternostro

Passeggiando in occasione delle festività invernali si vedono vetrine e negozi più illuminati del solito.  Le merci sono disposte con criteri psicologicamente attrattivi e inducono a comprare o quanto meno a dedicare buona parte dell’attenzione alla loro osservazione… leggi tutto

La Befana

Scritto da Luigi Paternostro

La befana canterina! A Pifanìa si càntanu ì Festi. Questo detto deriva da un avvenimento liturgico proprio del giorno dell’Epifania (gr. ὲπίφαίνω epifaino mostro, fo vedere, presento).  Il sacerdote saliva sul pulpito e annunziava il calendario annuale delle festività religiose che venivano cantate in latino su temi usati per altre  [ Read More ]

Auguri di Capodanno…all’antica!

Scritto da Luigi Paternostro

I ragazzi rivolgevano a genitori, nonni, parenti, padrino o madrina di battesimo, il seguente augurio… leggi tutto

L’amizèta

Scritto da Luigi Paternostro

Nella storia di Mormanno l’educazione della prole seguiva regole antiche.  Il padre ebbe un ruolo principale ed unico.  Senza qui voler cominciare a parlarne ab ovo ricordo che all’antico romanus jus che aveva attribuito all’uomo… leggi tutto

Spòrcu ‘nzètu

Scritto da Luigi Paternostro

Negli interminabili pomeriggi del tardo autunno intorno alle 15 ci si riuniva intorno al camino. A quell’ora i ragazzi avevano già finito i compiti, pochi in verità e non troppo impegnativi… leggi tutto

La Giudaica è Laino, Laino è la Giudaica.  Espressione che sintetizza perfettamente un evento che si può definire più che raro, unico. Come afferma Giovanni Turco, che non vuole essere definito regista ma semplicemente curatore di questa manifestazione, “la Giudaica non è un semplice fatto di teatro, ma di più”…  [ Read More ]

Il Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa” di Cosenza, sabato 23 marzo, ha organizzato un’ interessante visita guidata presso il Molino Bruno di Montalto Uffugo, per  conoscere il complesso mondo delle farine… -  leggi tutto -

Dal latino cum-vivo, vivo insieme, convivo, la parola, oltre al significato anzidetto, ha assunto già nei tempi antichi, vedi Quintiliano, il senso di mangiare insieme.  Il verbo convivo nella sua forma deponente, diventa convivor con il significato di banchettare… leggi tutto

Gìra vàsciu!!!

Scritto da Luigi Paternostro

Durante il Carnevale era in uso indire, soprattutto nelle case fumarole2, serate danzanti il cui scopo era quello di favorire l’approccio generazionale tra giovani e ragazze. A questi party erano invitati solo appartenenti allo stesso clan… leggi tutto

Carnevale d’altri tempi

Scritto da Luigi Paternostro

Ai miei tempi, Carnevale significava fare una buona mangiata di carne di maiale dopo aver passato mezzo inverno a patate, fagioli, broccoli, cavoli ed altri vegetali. “Agghju sapùto c’ài accìsu ’u porcu” così il motivo popolare… leggi tutto