www.faronotizie.it - Anno XIV - n. 156 - Aprile

Archive for the ‘Tradizioni’ Category

Il Circolo della Stampa “Maria Rosaria Sessa” di Cosenza, sabato 23 marzo, ha organizzato un’ interessante visita guidata presso il Molino Bruno di Montalto Uffugo, per  conoscere il complesso mondo delle farine… -  leggi tutto -

Dal latino cum-vivo, vivo insieme, convivo, la parola, oltre al significato anzidetto, ha assunto già nei tempi antichi, vedi Quintiliano, il senso di mangiare insieme.  Il verbo convivo nella sua forma deponente, diventa convivor con il significato di banchettare… leggi tutto

Gìra vàsciu!!!

Scritto da Luigi Paternostro

Durante il Carnevale era in uso indire, soprattutto nelle case fumarole2, serate danzanti il cui scopo era quello di favorire l’approccio generazionale tra giovani e ragazze. A questi party erano invitati solo appartenenti allo stesso clan… leggi tutto

Carnevale d’altri tempi

Scritto da Luigi Paternostro

Ai miei tempi, Carnevale significava fare una buona mangiata di carne di maiale dopo aver passato mezzo inverno a patate, fagioli, broccoli, cavoli ed altri vegetali. “Agghju sapùto c’ài accìsu ’u porcu” così il motivo popolare… leggi tutto

Fruscìo di scopa usata pr la prima volta Usando una scopa nuova si sente un marcato stropiccio dovuto al contatto con la superficie che si spazza.   Dapprima in qualche modo funziona.  Col tempo comincia a perdere aderenza… leggi tutto

Quando si pregava…in latino

Scritto da Luigi Paternostro

Come si recitavano alcune parole del Pater. Pater noster… Patrinnòstu… Qui es in coelis…. Cossincèlu… Sanctificetur… Santuvicetaru… Da nobis hodie… Donna Bissodia… Sicut et nos… Sichitinnòssi… Sed libera nos a malo…  Libbra nos a malo… I patrinnòsti sono i grani della corona con cui si recita il rosario.   Cossincèlu indica  [ Read More ]

Chi si ricorda ancora dei VECCHI VASILI?

Scritto da Luigi Paternostro

In Mormanno (Cosenza) da tempo immemorabile è un’usanza popolare, che, a quanto sappia, non à luogo nei Comuni attorno. Importerebbe notantemente attendere ad essa usanza, indagandone origine e perché, studiando nelle varianti e nei particolari, che per avventura mostrasse altrove, non fosse altro che per trarne… leggi tutto

‘U ciùcciu. Anche scèccu, sceccarèḍḍu lat. cicur. Fin dalla notte dei tempi amico e compagno di fatica dell’uomo.  L’asino più famoso è quello del Presepe. Buridano poi lo ricorda come l’eterno indeciso. E’, per antonomasia, il testa dura, ‘u càpu tòstu più famoso del regno animale… leggi tutto 

La benedizione della casa

Scritto da Massimo Palazzo

L’arrivo delle feste natalizie mi ricorda la benedizione della casa, una tradizione che era praticata dove sono cresciuto, non capillarmente dove abito ora e da una mia indagine in altri posti. Non ho elementi sufficienti per poter dire che ciò  accada in altri paesi o nelle grandi città in considerazione  [ Read More ]

LA GIUDAICA. NON SOLO TEATRO POPOLARE.

Scritto da Maria Teresa Armentano

Dopo otto anni la Giudaica è stata nuovamente rappresentata a Laino Borgo. I Lainesi hanno subito tale vuoto temporale come un’offesa alla loro tradizione e alla loro memoria; una mancanza che irrazionalmente li rendeva orfani di una storia reale avvenuta circa duemila anni fa e che essi rivivevano nello strazio  [ Read More ]