www.faronotizie.it - Anno XV - n. 171 - Luglio

Archive for the ‘Qualità’ Category

Di ignobili figure ed occhi spenti

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

Hai voglia a dire non esisti! se la sete di protagonismo è tanta ed ogni cosa vuoi che giri attorno al tuo orticello, mal coltivato e malnutrito, dove anche le lacrime sono coccodrilliane e il lamento non è altro che un lugubre, miserrimo piagnisteo per attirare l’attenzione, in modo ossessivo-compulsivo,  [ Read More ]

D’infinite memorie

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

Dell’infinita memoria che attraversa il tempo e si scompone nell’insorgenza della sospensione, lì dove perdura il silenzio della narrazione quando gli impercettibili sospiri ridisegnano il percorso dell’infiorescenza che  s’accende di passione e ridistribuisce il mantra dello sconfinamento atteso tra un filo spinato e la farneticazione della mitragliatrice, non resterà che  [ Read More ]

Lettera aperta a un Crocefisso

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

Cominciarono presto al mattino a sfibrare il legno, a dargli colpi d’accetta e poi a scorticarlo, a contare le nervature e a smussarle con colpi d’ascia, di pialla, di mani callose che l’accarezzavano quasi fosse un figlio. Gli occhi delle donne erano umidi e stanchi di lacrimare, di singhiozzare, d’imprimere  [ Read More ]

Della morte e di altre cose strane

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

Se soltanto conoscessi la morte, quella vera, con le sue braccia che ti avvolgono, con il suo bacio che sarà l’ultimo, con le sue labbra che sanno di dolce da cui non riesci più a staccarti. Se la conoscessi veramente, non avresti timore dei suoi occhi che rispecchiano i tuoi,  [ Read More ]

E degli altri sogni il cielo

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

Incorrere in uno stagno di misericordia e non alterare il convincimento che sia possibile un accesso ai livelli superiori di distanze che oltrepassano le stelle, le luci, i pianeti e le costellazioni sospese tra il nostro piccolo ammasso di pulviscolo, comunque pieno di vita, di energie e d’altre cose conosciute  [ Read More ]

No, niente di nuovo. Anche se… qualcosa da raccontarti ce l’ho. Indovina? Questa notte ho sognato mia madre. Eh sì, dopo trenta anni più o meno. Io più vecchia di lei ora. E lei invece giovane, sebbene un po’ stanca con le occhiaie, ma quelle le aveva sempre avute… leggi  [ Read More ]

D’incanto il mare quando la luna si disperde

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

D’incanto il mare oltreguarda l’infinito quando spegne la sua luce la luna, e s’incammina per andare altrove, sull’altra faccia del pianeta, abbandonando le stelle ed ogni frammento d’universo. Sembra disperdersi come fuoco fatuo tra sentinelle in dissolvenza e il bagliore che illumina i pensieri di chi resta, la notte, ad  [ Read More ]

Quando il miserere diventa un urlo del silenzio

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

E t’incammini con lo sguardo dritto sul cuore in attesa che si dischiuda e ne sgorghi il sangue, quello marcio che non è servito a niente e che non occorre fermare anzi bisogna favorirne la fuoriuscita, così vanno via le scorie dei sentimenti negativi ed ogni veleno che inquina la  [ Read More ]

Inseguendo il perdono

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

Perdono, nell’accezione più autentica è la remissione di una colpa, di un offesa, di un reato. È la rinuncia alla vendetta, al volergliela-far-pagare. È un gesto di bontà verso chi chiede di dimenticare il torto subito, è un gesto di misericordia! Chiederlo o riceverlo, il perdono, è sempre un evento  [ Read More ]

Oceani ed altri mari

Scritto da Francesco M.T.Tarantino

Dinanzi all’immensità di un oceano o di qualunque altro mare il cui orizzonte è una linea piatta e la cui voce è composta di innumerevoli cori di gente passata per caso o, come i pescatori, abitualmente; i grandi battelli e le navi, per secoli narranti di avventure o di affetti  [ Read More ]